, , , ,

“Dear President Obama”, per un futuro senza combustibili fossili

Diretto da Jon Bowermaster, prodotto e narrato dall’attore hollywoodiano Mark Ruffalo, “Dear President Obama” è un documentario che porta all’attenzione del pubblico un dibattito di grande attualità in fatto di fonti energetiche e impatto sull’ambiente.

Il film si rivolge apertamente al Presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama, per riflettere sull’eredità ambientale che lascerà al Paese. Ugualmente è un invito, verso chi gli succederà, a considerare strade alternative.

Come suggerito dal sottotitolo del documentario – The Clean Energy Revolution Is Now – liberarsi dalla dipendenza dai combustibili fossili e ricorrere a fonti di energia pulita è la prospettiva migliore affinché pratiche come il fracking smettano di minacciare l’ambiente e la salute della popolazione.

Dal 2008, e per tutto il corso dell’amministrazione Obama, negli Stati Uniti le trivellazioni e la fratturazione idraulica sono aumentate in maniera esorbitante, e con esse le contaminazioni.

Circa venti milioni di persone vivono a breve distanza dai pozzi di petrolio e di gas naturale. “Dear President Obama” raccoglie le loro storie, che spesso parlano della promessa mai mantenuta di un nuovo boom economico.

Con l’aiuto di esperti, economisti, medici e geologi, il film di Bowermaster cerca di convincere il Presidente ad osservare lo stato delle cose alla luce degli effetti dannosi di queste pratiche, e considerare politiche basate su un più efficace progetto rivolto all’utilizzo di energie alternative.

L’impegno attivista di Mark Ruffalo, valore aggiunto del documentario, testimonia il maggiore coinvolgimento dei protagonisti del cinema di ampio circuito nelle questioni ambientali, riconoscendo il potere divulgativo del grande schermo.

Il 1° giugno il documentario sarà nelle sale del Festival CinemAmbiente di Torino nell’ambito del Concorso Internazionale Documentari, alle ore 20:00 nella sala 1 del Cinema Massimo e alle ore 21:00 al Cinema Elios di Carmagnola.

Un documentario ambizioso e ben costruito, che porta alla ribalta una realtà dall’impatto sempre più considerevole, e che auspica una soluzione efficace e lungimirante in termini di sicurezza, rispetto ambientale e nuove prospettive in campo energetico.

What do you think?

0 points
Upvote Downvote

Total votes: 0

Upvotes: 0

Upvotes percentage: 0.000000%

Downvotes: 0

Downvotes percentage: 0.000000%

A Torino la 19esima edizione di CinemAmbiente

“Poverty, Inc.”, l’altra faccia della carità